Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

Foreign Direct Investment International Arbitration Moot

Il Foreign Direct Investment International Arbitration Moot è una simulazione di una procedura arbitrale in materia di Foreign Direct Investment (FDI), tra i fenomeni economici di maggiore rilevanza degli ultimi anni a livello internazionale, che rappresenta un fattore chiave dello sviluppo economico e industriale di ogni Paese.
Con tale nozione si suole definire un’operazione economica, attinente potenzialmente alle più svariate aree giuridico-economiche (energia, appalti, telecomunicazioni, finanza etc.) che si caratterizza per l’essere finalizzata alla creazione, da parte dell’investitore (di solito una società) di uno Stato, di un’attività di impresa di lungo periodo nel territorio di un altro Stato (host State). Tra gli elementi caratteristici del FDI vi sono l’ingente valore economico dell’operazione, il rischio imprenditoriale, la prospettiva di lungo periodo dell’attività e la significativa incidenza dell’operazione sull'economia del paese nel quale l'investimento verrà espletato.
La materia del FDI non solo coinvolge imponenti valori finanziari e monetari, ma è spiccatamente multidisciplinare, coinvolgendo profili di diritto pubblico internazionale, amministrativo, europeo, processuale, arbitrale, ambientale e così via. In caso di controversia tra l’investitore e lo Stato si ricorre generalmente ad un arbitrato internazionale, che può ad hoc (ossia in base a regole ed accordi plasmati sul caso specifico) ovvero amministrato (ossia in base ad un regolamento predeterminato di un’istituzione internazionale, di solito l’ICSID, che svolge altresì funzioni di amministrazione e supervisione della procedura arbitrale).
L’arbitrato sotto gli auspici dell’ICSID ha visto una crescita esponenziale negli ultimi decenni. I vantaggi della procedura condotta sotto gli auspici di questa Istituzione consistono nella possibilità di avvalersi di un set di regole di procedura elaborate su misura per l’arbitrato con parte pubblica, nell’assistenza e supervisione di uno staff (quello del Segretariato dell’ICSID) con provata esperienza nel settore, nella limitata possibilità di annullamento dei lodi e nel regime agevolato per l’esecuzione degli stessi.
Il Foreign Direct Investment International Arbitration Moot è una simulazione di una procedura arbitrale.
La competizione, interamente in inglese, si svolge nell’arco di circa nove mesi, da febbraio a ottobre di ogni anno, e consiste di due parti: una parte scritta, ed una parte orale.
Nella fase scritta gli studenti di ogni squadra devono preparare, per il mese di agosto, degli skeleton arguments, sia per l’attore (di solito l’investitore) sia per il convenuto (di solito lo Stato), in relazione ad un problema in materia di FDI pubblicato ogni anno a febbraio. Successivamente, entro fine settembre, devono inviare i memorials e counter memorials definitivi.
La fase orale, in cui ciascuna squadra presenta oralmente le proprie posizioni sviluppate nelle memorie scritte, si svolge nella seconda metà di ottobre.
La competizione, che vede la partecipazione di squadre di università di tutto il mondo e che ospita la fase orale ogni anno in una località diversa, contribuisce a formare giuristi che intendano specializzarsi in questo settore, sempre più strategico ed in continua evoluzione. E consente altresì agli studenti di entrare in contatto con valutatori (giudici, avvocati, arbitri, docenti universitari, funzionari di camere arbitrali internazionali) composti dai maggiori specialisti mondiali della materia.
Per maggiori informazioni si prega di visitare il sito http://www.fdimoot.org/ o contattare il coordinatore:

Coordinatore:
Dr. Albert Henke
Dipartimento di Diritto Pubblico Italiano e Sovranazionale
Via Festa del Perdono, 7
20122 - MILANO
Tel. +39 02 50312645
Fax +39 02 50312505
Email: albert.henke@unimi.it



31 ottobre 2014
Torna ad inizio pagina