Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

Frankfurt Investment Arbitration Moot Court (Francoforte)
Coordinatore: Prof. Albert Henke

Il Frankfurt Investment Arbitration Moot Court consiste in un procedimento arbitrale simulato, interamente in inglese, che coinvolge circa 70 Università di tutto il mondo nel settore del diritto e del contenzioso degli investimenti internazionali.Tale settore rappresenta uno dei fenomeni economico-giuridici più rilevanti degli ultimi decenni, comprendendo operazioni di notevole rilievo nel campo societario, dell’energia, delle telecomunicazioni, degli appalti, dei trasporti e così via. Riguarda essenzialmente contratti di investimento e relative dispute tra, da un lato, Stati ed entità pubbliche e, dall’altro, società e privati. Sebbene i mezzi di risoluzione delle controversie nel settore degli investimenti possano essere i più vari (giudizi statali, mediazione, protezione diplomatica), l’arbitrato rappresenta il meccanismo di gran lunga più utilizzato.

La competizione inizia ufficialmente nel mese di novembre di ogni anno e si articola in due fasi:
a) una parte scritta, con la redazione di scheleton arguments, in inglese, sia per l’attore (Claimant) che per il convenuto (Respondent), che deve essere inviata all’organizzazione entro il successivo mese di febbraio;
b) una parte orale, che si svolge nell’arco di alcuni giorni a Francoforte, nel mese di maggio, in cui i teams dovranno difendere le posizioni sia dell’attore che del convenuto dinanzi a tribunali composti da eminenti specialisti del settore.

La partecipazione alla competizione consente lo sviluppo di una serie di abilità di grande utilità e molto apprezzate in contesti professionali internazionali, dall'utilizzo dell'inglese giuridico, al perfezionamento delle tecniche di written e oral legal advocacy, dall'approfondimento di tematiche in settori di rilevanza strategica all'utilizzo delle principali risorse giuridiche cartacee ed elettroniche, alla capacità di lavorare in team.

L’Università degli Studi di Milano ha partecipato per la prima volta con un team di studenti nell’edizione del 2018, e conta di consolidare la sua presenza e partecipazione anche in futuro.

Requisiti per partecipare alle selezioni:
Gli studenti interessati a partecipare alla selezione devono possedere i seguenti requisiti di ammissibilità:
- essere iscritti al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza;
- media-voto 28/30. La Commissione si riserva il diritto di ammettere candidati che abbiano una media-voto inferiore, ma che dimostrino particolari abilità e motivazione;
- eccellente conoscenza della lingua inglese, scritta e parlata (possibilmente certificata).

Procedura di selezione:
Le selezioni si svolgono ogni anno nel periodo novembre-dicembre, a seguito di pubblicazione di un bando sui siti ufficiali dell’Ateneo (sito della Facoltà; sito del Dipartimento di Diritto Pubblico Italiano e Sovranazionale; pagina facebook di Unimi).
Ai candidati interessati sarà richiesto di inviare i seguenti documenti:
- CV in inglese (dando conto di tutte le eventuali attività extracurriculari svolte, specie se in ambito legale);
- lista certificata degli esami sostenuti con relativa votazione (è ammessa l’autocertificazione SIFA);
- lettera di motivazione (circa 500 parole);
- facoltativa (ma suggerita): certificazione conoscenza della lingua inglese.

Per informazioni generali sulla competizione, si prega di visitare il sito ufficiale Statale Pax Moot (https://sites.unimi.it/ArbitrationMoots/uninvestment/).
Per ogni altra informazione si prega di contattare il coordinatore, Prof. Albert Henke, al seguente indirizzo email: albert.henke@unimi.it

14 maggio 2019
Torna ad inizio pagina