Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Presentazione generale  

Il corso di dottorato, attraverso il coinvolgimento del Dipartimento di Diritto pubblico italiano e sovranazionale e del Dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici, contribuisce allo sviluppo scientifico e metodologico delle materie coinvolte, con un approccio di integrazione fra le varie aree di ricerca. Sono oggetto di studio, anche sul piano comparato, sia i fondamenti del diritto costituzionale (natura e trasformazioni della rappresentanza politica, rapporto fra le istituzioni, ruolo dei giudici, tutela dei diritti), sia le complessità caratterizzanti l’odierno diritto amministrativo che vede un’azione sempre più spesso congiunta di amministrazioni europee, nazionali ed internazionali, in un problematico intreccio di competenze e compiti.

Il dottorato intende inoltre fornire gli strumenti per l'approfondimento delle metodologie di ricerca nei vari ambiti del Diritto internazionale, del Diritto internazionale privato e processuale e del Diritto dell’Unione europea, con riguardo tanto ai profili istituzionali, quanto a quelli di diritto materiale. Le profonde trasformazioni in atto nella comunità internazionale, l’incremento di relazioni tra individui e imprese a livello transnazionale, la continua estensione delle competenze dell’Unione europea rendono necessario collocare in una prospettiva internazionale ed europea i più diversi temi di ricerca giuridica.

La formazione è sviluppata essenzialmente lungo tre direttrici:
a) la tutela dei diritti;
b) il funzionamento delle singole istituzioni;
c) le fonti del diritto, analizzati dalla prospettiva delle diverse aree del diritto che partecipano al dottorato.

Documenti correlati  

Torna ad inizio pagina